Clicca e scarica l'immagine sotto. Non ci sono © ma è libera da diritti. Buon Divertimento!
Ecco il METEORITE che provocherà l'estinzione dei DINOSAURI della politica italiana.

Biografia Politica

 

BIOGRAFIA DELLA VITA POLITICA


1999 settembre - Il tutto ebbe inizio con una trasmissione TV di un' emittente locale Padovana che si chiamava SERENISSIMA TV in onda un mattino del mese di  ottobre 1999 dove un signore di nome Silvano Giometto (Comandante Alitalia sulle tratte intercontinentali Roma Tokyo, Roma Bombay, Roma New York etc..) gridava contro gli scandalosi Privilegi dei Parlamentari Italiani; Gino capì subito e senza dubbi che quella era la strada per risollevare le sorti di un paese come l'Italia che andava sempre più in declino e andò ad incontrarlo di persona al banchetto di Padova e firmò senza alcuna esitazione il documento che chiedeva l'abrogazione dei Privilegi dei Parlamentari.  

link INFO REFERENDUM NO PRIVILEGI 1999

1999 ottobre - Gino fece di più, diede la sua disponibilità a collaborare alla raccolta firme e fu cosi' che iniziò, prima in compagnia e poi in solitaria, l'operazione della raccolta firme in molti Comuni Veneti come per es.  Abano T., Montegrotto T. Albignasego, Monselice, Agna, Conselve, Cittadella, Villafranca Padovana,  etc.. per terminare con Cortina D'Ampezzo, Forni di Sopra e altre località - esistono i filmati di quest'imprese. Video Gino a Cortina. http://www.youtube.com/watch?v=LBJO9LyT-3c&feature=youtu.be

 

2000 settembre - mentre proseguiva la raccolta firme per l’“Abolizione dei privilegi ai parlamentari italiani” nel 2000 viene a sapere che alla Fiera del Soco di Grisignano (VI) sarà presente BEPPE GRILLO come testimonial (in uno stand di suoi amici) per un mangiare sano ecologico e naturista. Verso la fine del comizio Gino gli consegna un volantino con descritto in maniera precisa i scandalosi privilegi e le vergognose indennità de Parlamentari (che gli Italiani sono costretti a pagare!!)

2000 dicembre -  a Gino accadde un fatto molto spiacevole: al rientro da una visita ai cari defunti nel mese di novembre, trovò la casa sottosopra, lo avevano derubato. Sparirono i ricordi di una vita. Decise immediatamente di fare qualcosa e costituì il Comitato Cittadini Vittime Furti di Montegrotto Terme. Con i componenti del Comitato e con l' aiuto degli esercizi commerciali negozi bar etc.etc. riuscì a raccogliere 1.548 firme da portare al Prefetto di Padova di quel tempo l'allora Dott. Gianvalerio Lombardi, le consegnò personalmente nelle mani del Prefetto ricordandogli che invece di caserme c'era bisogno di aumentare il numero delle pattuglie con volanti o moto o pattuglie appiedate; rassicuro' che qualcosa avrebbe fatto,

 

2001 maggio - Alla luce del successo ottenuto attraverso la raccolta firme decise come Movimento NO PRIVILEGI POLITICI di partecipare alla competizione elettorale del maggio 2001 per il Comune di Montegrotto Terme con un programma RIVOLUZIONARIO per l' epoca un Programma che nessuno aveva mai letto; “IL POTERE DI DELIBERA È TRASFERITO AI CITTADINI”, il Sindaco rimaneva, per noi del MOVIMENTO NO PRIVILEGI POLITICI, un mero esecutore della volontà degli elettori. Non si riuscì ad entrare in comune, almeno come consiglieri, ma non si è arreso e tentò l'anno dopo con il Comune di Teolo.

 

2002 maggio - Il programma anche per la cittadina di Teolo fu lo stesso di Montegrotto: “IL POTERE DI DELIBERA E' TRASFERITO AI CITTADINI”, il Sindaco rimaneva per noi, del Movimento Non Privilegi Politici, un mero esecutore della volontà degli elettori. Ad una trasmissione VERGOGNOSA DI SERENISSIMA TV vennero invitati solo i 2 Candidati tale Sig. Pirolo per il centro sinistra e tale Sig. Ravazzolo centro destra (Alleanza Nazionale) giocando sull’assenza di Gino e giustificandola con la difficoltà di telefonargli per prendere appuntamento lo presero anche per il culo confondendo il suo cognome con quello di un certo De Poli dell' U.D.C. di tutto ciò conserva LA REGISTRAZIONE DELLA TRASMISSIONE. Il risultato elettorale premiò il Movimento NO PRIVILEGI POLITICI con N. 154 voti non ancora utili per poter entrare almeno come Consigliere. Analizzando a distanza di 10/11 anni  questi risultati il responso fu, che la cittadinanza a differenza di oggi a quei tempi  NON era ANCORA  MATURA PER PRENDERSI LA RESPONSABILITA' DI GESTIRE IL COMUNE E QUINDI IL PROPRIO DESTINO IN PRIMA PERSONA PRENDENDO LE NECESSARIE DECISIONI ATTUANDO COSI' LA DEMOCRAZIA DIRETTA E NON PIU RAPPRESENTATIVA.

2002 agosto - Il giorno   23 /08 /2002 rassegnò le DIMISSIONI da Segretario Politico del Movimento Non Privilegi Politici e prese un periodo di riposo. I motivi erano gravissimi e prettamente di carattere personale (famiglia e lavoro). Furono anni di esperienze indimenticabili, la passeggiata a Cortina d' Ampezzo il 9 agosto 2000, gli innumerevoli banchetti fatti nei mercati dopo aver fatto il turno lavorativo di notte, le denunce alle Procure della Repubblica contro Sindaci funzionari impiegati che tentavano con ogni sistema IL SABOTAGGIO DELLA RACCOLTA FIRME ANDANDO vicinissimi al limite della legalità (molte volte superandolo).

 

2003 dicembre - Nel frattempo il suo posto di lavoro svaniva il 23 dicembre 2003 causa fallimento dell’Hotel La Torre di Torreglia; si trovò senza lavoro a 49 anni eta' critica. Troppo giovane per la pensione troppo vecchio per il mondo del lavoro.

 

2004 marzo - Fu fortunato perché l'8 marzo del 2004 trovò il posto di portiere di notte all' Hotel Grand'Italia a Padova dove continua ancora oggi a svolgere la mia professione, ma non e' finita.

2004 ottobre - esattamente il 20 ottobre la POLITICA LO VIENE NUOVAMENTE A CERCARE. Lo fà spedendolo all'ospedale a causa di una banale caduta in bicicletta causata dalla sconnessione della pavimentazione. Quello che  gli era capitato seppe che non era un caso isolato. Scoprì addirittura che la rotaia del metrubus non era (e non lo è tuttora)  omologata! 

 

2005 gennaio -  nascita del blog denuncia beppegrillo.it

2005 marzo - crea il COMITATO CITTADINI VITTIME METROBUS ROTAIA KILLER www.rotaiakiller.blogspot.it. Il Comitato nasce dopo mesi di ricerca per capire quante persone sono state vittime di questa rotaia. Inizia a rompere i coglioni a Beppe spedendogli mail perchè lo aiuti a far conoscere il caso della Rotaia Killer

 

2005 maggio - denuncia il caso Rotaia Killer a STRISCIA LA NOTIZIA  e Moreno Morello pubblica il servizio http://www.striscialanotizia.mediaset.it/video/video.shtml?1526

2005 giugno - nascita del 1° meetup AMICI DI BEPPE GRILLO. Vede nascere e crescere un movimento con gli stessi valori che portava avanti dal 1999 e inizia a collaborare con il gruppo informale Canton del Grillo di Padova, non ancora diventato meetup e non ancora diventata associazione. Cerca di portare in vista il tema della rotaia Killer visto che uno dei temi delle cinque stelle è il TRASPORTO, ma non ha molto successo. Viene addirittura snobbato malgrado la gravità dei fatti che riguardano i cittadini di Padova.

 

2006 - si occupa completamente delle vittime della rotaia killer a Padova poichè gli incidenti aumentavano in modo esponenziale in cui vi furono ben 4 invalidi a vita. Trascina Ivo Rossi, assessore alla mobilità del Comune di Padova, a Roma alla trasmissione MI MANDA RAI TRE in cui ovviamente partecipa anche Gino e altre vittime.  Ivo Rossi dichiara AL MINUTO 0.25.23 che il mezzo (tram e rotaia) è un PROTOTIPO ovvero NON è OMOLOGATO!!

http://www.youtube.com/watch?v=KjiM3tSJJt0

 

2007 settembre - partecipa alla raccolta firme del primo VDAY CONTRO i CONDANNATI in PARLAMENTO a Padova 8/9/2007 assieme ai ragazzi del primo meetup nato a Padova con organizer De Checchi Stefano. Li aiuta introducendoli a Radio Gamma 5, emittente Storica Padovana, in seguito questo Meetup si dissolve. Partecipa alla sucessiva raccolta firme del secondo V DAY QUELLO CONTRO I MEZZI D’INFORMAZIONE.

2007 novembre - per problemi sul lavoro inizia ad interessarsi all’anti mobing

 

2008 giugno - Mentre già lottava per denunciare i misfatti dei politici corrotti purtroppo, un uomo Franco Zambon di anni 41 figlio unico, il 5/6/2008 perde la vita proprio sulla rotaia del metrobus di Padova e i poteri forti con azioni vergognose negano responsabilità della monorotaia nell’accaduto il caso viene archiviato. a causa della ROTAIA KILLER. https://www.youtube.com/watch?v=ORET2Y-9lEo

 

2009 ottobre - Beppe Grillo manda Filippo Pittarello da di Gino a Montegrotto Terme il 21 ottobre per fare il video che illustra il funzionamento della rotaia killer in cui si denuncia la mancata e vergognosa omologazione.

Si appassiona sempre più al movimento! Si candida, all’ultimo posto disponibile della lista Provinciale di Padova, Numero 9.

2010 aprile -  si candida alle regionali per il Movimento 5 Stelle Veneto, aiuta a raccogliere le firme necessarie alla Candidatura di David Borrelli alla Regione.

Si reca al mattino, dopo aver terminato alle ore 7 il turno lavorativo di notte, ai banchetti delle Piazze Padovane e a ritirare i certificati elettorali, per convalidare le firme raccolte, nei vari Comuni. E’ stato per Gino un tour di force indimenticabile!

2010 settembre - il 15 viene licenziato ma subito dopo reintegrato con le scuse ufficiali poichè era illegittimo. Il mobbing è continuato incessantemente perchè l’hotel preferiva, per risparmiare, le telecamere durante la notte anzichè un uomo in carne ed ossa.. ma la legge è chiara: un hotel a 4 stelle deve avere un portiere!

 

2011 settembre-  partecipa al Cozza Day a Roma vestendo le vesti di V for VENDETTA e con un megafono che ripeteva: “FUORI LE COZZE DAL PARLAMENTO!”. Qui il video del gruppo M5S Reggio Emilia VIDEO COZZA DAY 

 

2012 maggio - partecipa a Parma alla giornata di sostegno al candidato Pizzarotti con David Borrelli, e agli altri attivisti del Veneto.

Partecipa a Sarego (Vicenza) nei festeggiamenti del sindaco M5S Roberto Castiglion.

Partecipa ad una parte del tour di Beppe a Belluno, Venezia, San Donà! E molte altre partecipazioni per sostenere con forza, anche in più comunei nello stesso giorno, questa nostra grande avventura!! Il momento più faticoso è stato quando a Veggiano si è accorto che il comizio di Beppe non era visibile dalla strada e quindi si è messo a segnalare con il caschetto e il giubbotto catarifrangente, con logo movimento, dove il traffico doveva trovare parcheggio. Un momento a Veggiano anche di commozione per il pensionato reduce di guerra e di campo di concentramento, che dichiara che da alcuni mesi gli hanno tolto 50 euro dalle 600 euro di pensione! Video Veggiano